sf in breve
   

"Results of $300.00 Scientifiction Prize Contest"

Nel numero di Aprile di Amazing Stories del 1928, fu annunciato un premio di 300 dollari per trovare un simbolo che rappresentasse il termine "Scientifiction". Scaduti così i termini di partecipazione al concorso nel maggio dello stesso anno, sull' Amazing Stories di settembre vol. 3 n. 6, appare un articolo dove vengono indicati i vincitori e spiegata quella che diverrà l'icona di un nuovo movimento letterario che, come si legge, trovò in Amazing Stories e Amazing Stories Quarterly migliore espressione, incrementando la diffusione di quel tipo di narrativa. Ma le "visioni Gerbackiane" in fatto di science fiction da un lato e la grande importanza attribuita all'elemento tecnico e scientifico dall'altra inevitabilmente influirono sulle scelte.
Il concorso nasceva in effetti dall'esigenza di trovare un simbolo che sintetizzasse l'idea della "scientifiction", e proprio quella voluta da H. Gernsback.
Meno importante era il disegno in sè. Pervennero alla redazione ben 965 lavori ed il primo premio fu assegnato al disegno di A. A. Kaufman di Brooklyn e costituì, rimaneggiato, la "cover" del numero di settembre. Nel disegno originario di Kaufman, come si vede, l'elemento scientifico era rappresentato dalla ruota dentata, mentre la penna identificava la narrativa. In effetti il simbolo che occupa la "cover" del numero nasceva dall'unione, come si legge dall'articolo, delle idee di più disegnatori.

Vengono utilizzate così altre due ruote dentate, provenienti dal disegno (3° cl.) di A. J. Jacobson, in aggiunta a quella proposta da Kaufman con l'inserimento di raggi rappresentativi dell'elettricità e gli elementi testuali modificati. Va anche notato come parte della stessa penna viene trasformata in una provetta a ricordare la chimica.

 

 

Lo sfondo è ripreso in parte da quello del disegno di Carl G. Wilkenhoener (4° cl.) e rappresenta l'astronomia.

 

 

Il tutto è assemblato all'interno della struttura del disegno proposto da Clarence Back (2° cl.), di cui appunto riprende la cornice.


Nasce così quel simbolo che ritroveremo successivamente nei numeri di Amazing Stories ed al quale, per l'occasione dell'avvenimento, verrà dedicata la "cover" del numero del settembre del 1928.

 

 

L'articolo si chiude, oltre ai formali complimenti agli autori degli "eccellenti" disegni, con la notazione che comunque, pur non essendo nessuno riuscito a rappresentare in un unico simbolo l'idea della parola "scientifiction", quello di A. Kaufman è quello che più si avvicina all'obiettivo. Da questo momento si spera che tutte le iniziative lanciate da Amazing Stories per i suoi fans ricadano sotto questo nuovo simbolo.

In ultimo riportiamo il contenuto del fascicolo di Amazing Stories, settembre 1928, vol. 3 n. 6

Our Amazing Universe - Hugo Gernsback
The Ambassador from Mars - Harl Vincent
Life - Leland S. Copeland
The Invisible Bubble - Kirk Meadowcroft
Unlocking the Past - David H. Keller, M.D.
Results of $300.00 Scientifiction Prize Contest
The Great Steel Panic - Irvin Lester & Fletcher Pratt
The Skylark of Space [2° Parte di 3; Skylark] - Edward Elmer Smith, Ph.D. e Lee Hawkins Garby

Doc Moebius 11/2004

home page



Doc Moebius
2004