articoli di URANIAsat    

"la Tana del Trifide, un club" a cura di Moebius
menu principale

   


la Tana del Trifide
un club
a cura di Moebius

La Tana del Trifide, un club

In un periodo in cui si continua a parlare di crisi del fandom e più ancora della fantascienza, e gli addetti ai lavori si sforzano attraverso manifestazioni, eventi, consacrazioni di luoghi di culto e tentativi editoriali più o meno riusciti, di dare maggiore linfa al patrimonio culturale acquisito, poco ancora si fa, dai tempi fastosi passati, probabilmente nell'ambito amatoriale. Certo da sempre ragioni di politica aziendale purtroppo, o troppo spesso, contraggono le iniziative di chi magari vedrebbe possibile la realizzazione di iniziative in questa direzione, ma pur non disperando è anche vero che maggiore attenzione si è data all'iniziativa individuale o di gruppo la dove questa ha potuto alimentare un sano e positivo confronto.
A fronte di tutto questo però molto rimane ancora da fare.
Internet da alcuni anni ha consentito concretamente, si sono scritti pure troppi libri sull'argomento, di dare maggiore impulso a tali iniziative, professionali ed amatoriali. Molte fanzine da cartacee si sono trasformate in pagine web, sono nate riviste professionali di notevole spessore, la gran parte delle case editrici hanno la loro finestra online e così via. Fra le varie iniziative amatoriali che nel 2002 si sono realizzate una in particolare ci ha visto attivamente coinvolti, e un sincero ringraziamento va a tutti gli amici che l'hanno voluta condividere. Non sto parlando di URANIAsat, sarebbe fazioso e fuori luogo, ma di quello che nel tempo è diventato un naturale evolversi di scambi di opinioni, confronti e dibattiti più o meno seriosi intorno alla, se fosse necessario sottolinearlo, storica collana URANIA.
Ma è anche vero che in questi casi, anche se un denominatore comune facilita questo processo, è fondamentale una presa in carico da parte di qualcuno che, nel bene e nel male, si sobbarchi alla fatica di mettere insieme i pezzi del puzzle. Ebbene questo qualcuno, l'alieno Trifide, l'ha fatto.Così è nato un club e quest'anno appunto, cosa straordinaria, una trentina di persone, di cui peraltro la gran parte conosciute fino ad allora solo virtualmente, si sono date appuntamento, sul finire di agosto, nella "tana del Trifide".
A Mauro Sbaraini e Flavia, simpaticissimi alieni, si deve un gran lavoro di organizzazione che ha fatto sì che il desiderio di molti diventasse un fatto reale e concreto.
Così, man mano che astronavi approdavano, ha cominciato a prendere forma l'evento e come in questi casi è rito, quale luogo se non la tavola,fra un rosso e un bianco, può meglio consolidare il tutto? E poi diciamolo francamente, davanti ad una straordinaria fiorentina, complice l'amico Osvaldo, si parla certo meglio di fantascienza! Le aliene convenute hanno retto perfettamente il colpo, ancor più motivate dalla gita nella inimitabile Venezia. I dettagli, come è giusto che sia, li lascio al Trifide che ha realizzato con l'amico Lucio Tellini alcune divertenti pagine sul quello che è ormai diventato il sito del club

Moebius, settembre 2002




Moebius

menu principale